Discussione:
Blade o doppio server?
(troppo vecchio per rispondere)
Fabrizio
2009-09-25 07:16:11 UTC
Permalink
Buongiorno non so se è il newsgroup giusto se così non fosse mi scuso e se
mi indicate quello giusto ve ne sarei grato.

La mia domanda è la seguente , ci vogliamo apprestare a virtualizzare i
nostri server che sono così composti.

1 Server con windows 2003 server , exchange , SQL e i dati degli utenti .
è il DC e unico server con AD , serve per la posta elettronica e i dati
degli utenti .

1 Server con windows 2000 server e ISA server 2004 questo fa solo da
firewall

1 Server con windows 2000 dove ci sono installati solo applicativi com
programma per centralino , delle stampanti e backup

1 Server windows 2003 server dove gira un programma per il magazzino.

La virtualizzazione verrà affidata probabilmente a ditte esterne quello che
vorrei sapere da qualcuno che l'ha già fatto o che se ne intende è se
conviene prendere un Blade oppure due server più potenti e uguali per
virtualizzare ed avere un cluster di tutte queste macchine.

Alcune ditte dicono e affermano che il blade è meglio , è espandibile da
meno problemi , altre che per la nostra configurazione sarebbe meglio
comprare due server identici in modo da avere ogni singolo pezzo ridondato.

Sapete darmi qualche consiglio?

Grazie

Fabrizio
Peppacci - MVP -
2009-09-25 07:54:39 UTC
Permalink
Credo che tu non abbia ben chiaro il concetto di blade. Due blade non
possono essere paragonati a due server. Due server sono fine a se stessi due
blade no. I server blade hanno bisogno di un case o contenitore dove
inserire un insieme di lame + uno storage dove archiviare i dati, schede hba
ecc...... Servirebbero molte più info per dire è meglio questo o quello ma
sicuramente posso dirti che un sistema con server blade rispetto a due
server ha dei costi più alti.
--
Peppacci - MVP -
Microsoft Exchange Server
http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx
Fabrizio
2009-09-25 08:24:41 UTC
Permalink
intanto grazie , mi sono spiegato male mi hanno proposto o un Blade con 2
lame interno al blade oppure due server separati e storage separato .

come potenza le lame sono identiche ai due server .

Non è tanto un problema di costi , volevo sapere vantaggi e svantaggie dei
due sistemi.

io personalmente sono orientato verso i due server separati mi convince di
più l'idea di avere fisicamente due macchine identiche però non sono esperto
.
Post by Peppacci - MVP -
Credo che tu non abbia ben chiaro il concetto di blade. Due blade non
possono essere paragonati a due server. Due server sono fine a se stessi
due blade no. I server blade hanno bisogno di un case o contenitore dove
inserire un insieme di lame + uno storage dove archiviare i dati, schede
hba ecc...... Servirebbero molte più info per dire è meglio questo o
quello ma sicuramente posso dirti che un sistema con server blade rispetto
a due server ha dei costi più alti.
--
Peppacci - MVP -
Microsoft Exchange Server
http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx
ObiWan [MVP]
2009-09-25 09:13:58 UTC
Permalink
Post by Peppacci - MVP -
quello ma sicuramente posso dirti che un sistema con
server blade rispetto a due server ha dei costi più alti.
Costi INIZIALI più alti, i costi di acquisto di ulteriori blades
sono, di norma, inferiori rispetto a quelli necessario per
l'acquisto di un normale server

Detto questo, c'è da considerare che il "tallone di achille"
dei blade è la "dissipazione termica" ossia vanno usate
una serie di precauzioni (es. rack ventilati) al fine di evitare
la morte prematura causa surriscaldamento; in compenso
la soluzione blade permette di scalare facilmente ed è un
ottimo ambiente nel caso sia necessario virtualizzare un
certo numero di sistemi espandendo l'hardware quando
e/o ove necessario con problematiche minime e spesa
tutto sommato inferiore rispetto all'acquisto di un ulteriore
server "normale"
Peppacci - MVP -
2009-09-25 09:42:18 UTC
Permalink
Post by ObiWan [MVP]
Costi INIZIALI più alti, i costi di acquisto di ulteriori blades
sono, di norma, inferiori rispetto a quelli necessario per
l'acquisto di un normale server
Qui dove lavoro ne abbiamo una marea e confermo le problematiche della
temperatura ed aggiungo la rumorosità delle ventole, vanno sicuramente
collocati in ambienti nati come CED e non stanze/ripostigli vari. Conti alla
mano si ha la convenienza "economico/tecnica" con i blade dalla quinta lama
in su, sotto quella quantità "conviene" lavorare con i server classici.
Chiaramente quando si parla di farm non si può generalizzare.
--
Peppacci - MVP -
Microsoft Exchange Server
http://blogs.sysadmin.it/peppacci/Default.aspx
Fabrizio
2009-09-25 09:46:54 UTC
Permalink
ottimo .

Noi abbiamo una stanza dedicata ai server con rack ventilati e due
condizionatori d'aria in modo tale che se uno si rompesse parte l'altro
quindi non credo che abbiamo problemi di surriscaldamento .

Per quanto riguarda l'espensione abbiamo bisogno di poca espandibilità non
abbiamo comprato macchine negli ultimi 3 anni e non vi è la necessita per
adesso di avere altri servizi o server , in pratica si farebbe la
virtualizzazione solo per un discosrro di sicurezza .
Però non vorrei negare a priori la possibilità di espandersi .

se non ho capito male con il blade se ad un certo punto devo aumentare le
macchine prendo ed aggiungo una lama, mentre con i server normali devo
ricomprare altri due server più potenti?

inoltre per le licenze per le macchine virtuali devo comprare licenze
apposite o posso usare quelle che ho sui server attuali?

grazie ancora
Post by ObiWan [MVP]
Post by Peppacci - MVP -
quello ma sicuramente posso dirti che un sistema con
server blade rispetto a due server ha dei costi più alti.
Costi INIZIALI più alti, i costi di acquisto di ulteriori blades
sono, di norma, inferiori rispetto a quelli necessario per
l'acquisto di un normale server
Detto questo, c'è da considerare che il "tallone di achille"
dei blade è la "dissipazione termica" ossia vanno usate
una serie di precauzioni (es. rack ventilati) al fine di evitare
la morte prematura causa surriscaldamento; in compenso
la soluzione blade permette di scalare facilmente ed è un
ottimo ambiente nel caso sia necessario virtualizzare un
certo numero di sistemi espandendo l'hardware quando
e/o ove necessario con problematiche minime e spesa
tutto sommato inferiore rispetto all'acquisto di un ulteriore
server "normale"
Andrea Caldarone
2009-09-25 10:38:26 UTC
Permalink
Post by Fabrizio
ottimo .
Noi abbiamo una stanza dedicata ai server con rack ventilati e due
condizionatori d'aria in modo tale che se uno si rompesse parte l'altro
quindi non credo che abbiamo problemi di surriscaldamento .
Se acquisti dei blade IBM o HP compra armadi IBM o HP, o comunque armadi con
porte completamente traforate, per i condizionatori fai il calcolo della
potenza elettrica generata dai vari alimentatori
Post by Fabrizio
Per quanto riguarda l'espensione abbiamo bisogno di poca espandibilità non
abbiamo comprato macchine negli ultimi 3 anni e non vi è la necessita per
adesso di avere altri servizi o server , in pratica si farebbe la
virtualizzazione solo per un discosrro di sicurezza .
Ho visto la tua configurazione, la sicurezza la devi cercare prima di tutto
separando i vari servizi che ad oggi sono sulla stessa macchina logica.
Non conta in futuro dove sistemerai quella macchina logica.
Con Citrix Xen Server hai HA automatica dei server virtuali con ZERO
interruzione di servizio (a pagamento), gratis hai invece la migrazione live
delle macchine.
Post by Fabrizio
Però non vorrei negare a priori la possibilità di espandersi .
se non ho capito male con il blade se ad un certo punto devo aumentare le
macchine prendo ed aggiungo una lama, mentre con i server normali devo
ricomprare altri due server più potenti?
No, devi comprare un terzo server se ti occorre ulteriore potenza di calcolo
/ RAM, aggiungere spazio allo storage condiviso se ti serve più spazio
disco.
Post by Fabrizio
inoltre per le licenze per le macchine virtuali devo comprare licenze
apposite o posso usare quelle che ho sui server attuali?
Puoi usare quelle attuali solo se sono di tipo Open o "in box", per capirci,
con le licenze OEM saresti fuorilegge
Post by Fabrizio
grazie ancora
Post by ObiWan [MVP]
Post by Peppacci - MVP -
quello ma sicuramente posso dirti che un sistema con
server blade rispetto a due server ha dei costi più alti.
Costi INIZIALI più alti, i costi di acquisto di ulteriori blades
sono, di norma, inferiori rispetto a quelli necessario per
l'acquisto di un normale server
Detto questo, c'è da considerare che il "tallone di achille"
dei blade è la "dissipazione termica" ossia vanno usate
una serie di precauzioni (es. rack ventilati) al fine di evitare
la morte prematura causa surriscaldamento; in compenso
la soluzione blade permette di scalare facilmente ed è un
ottimo ambiente nel caso sia necessario virtualizzare un
certo numero di sistemi espandendo l'hardware quando
e/o ove necessario con problematiche minime e spesa
tutto sommato inferiore rispetto all'acquisto di un ulteriore
server "normale"
ObiWan [MVP]
2009-09-25 11:05:05 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Post by Fabrizio
se non ho capito male con il blade se ad un certo punto devo
aumentare le macchine prendo ed aggiungo una lama, mentre
con i server normali devo ricomprare altri due server più potenti ?
No, devi comprare un terzo server se ti occorre ulteriore potenza
di calcolo / RAM, aggiungere spazio allo storage condiviso se ti
serve più spazio disco.
Uh... come "no" ?!? Nel caso del blade volendo aumentare la capacità
elaborativa basterà aggiungere una lama, mentre (corretto) volendo
aumentare spazio disco basta aggiungere spazio allo storage; nel
caso dei server "classici" invece sarà necessario acquistare uno o
più nuovi servers e/o sostituire i dischi con altri di capacità adeguata
con tutto quello che ciò comporta (backup, ricorstruzione degli array..)

Per quanto riguarda la scelta server o blade c'è anche da considerare
che, nel caso in cui si preveda una crescita relativamente rapida delle
richieste i blade potrebbero andare benissimo, se, di contro, si prevede
che la situazione resti stabile per un (relativamente) lungo periodo di
tempo si potrebbero tranquillamente considerare i servers "normali"
anche per il fatto che l'hardware si evolve (e diviene obsoleto) con
una certa rapidità; ciò ovviamente senza nulla togliere al "plus" in
termini di costi di esercizio e facile scalabilità offerto dalla
soluzione
basata su "blades" rispetto a quella "classica"
Gianfranco Bartolini
2009-09-26 21:13:08 UTC
Permalink
Post by ObiWan [MVP]
Uh... come "no" ?!? Nel caso del blade volendo aumentare la capacità
elaborativa basterà aggiungere una lama, mentre (corretto) volendo
aumentare spazio disco basta aggiungere spazio allo storage; nel
caso dei server "classici" invece sarà necessario acquistare uno o
più nuovi servers e/o sostituire i dischi con altri di capacità adeguata
con tutto quello che ciò comporta (backup, ricorstruzione degli array..)
Ni, se con i server "classici" si prevede uno storage centralizzato
(soluzione praticamente obbligata in questo caso visto che si parla di
virtualizzazione e relativi vantaggi in termini di alta disponibilita').
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gianfranco Bartolini
2009-09-26 21:06:23 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Con Citrix Xen Server hai HA automatica dei server virtuali con ZERO
interruzione di servizio (a pagamento), gratis hai invece la migrazione
live delle macchine.
Forse leggo male... lo spegnimento e la ripartenza delle macchine
virtuali sul nodo rimasto vivo tu lo consideri ZERO interruzione di
servizio?
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
2009-09-25 10:30:50 UTC
Permalink
Post by Fabrizio
Buongiorno non so se è il newsgroup giusto se così non fosse mi scuso e se
mi indicate quello giusto ve ne sarei grato.
La mia domanda è la seguente , ci vogliamo apprestare a virtualizzare i
nostri server che sono così composti.
1 Server con windows 2003 server , exchange , SQL e i dati degli utenti .
è il DC e unico server con AD , serve per la posta elettronica e i dati
degli utenti .
1 Server con windows 2000 server e ISA server 2004 questo fa solo da
firewall
1 Server con windows 2000 dove ci sono installati solo applicativi com
programma per centralino , delle stampanti e backup
1 Server windows 2003 server dove gira un programma per il magazzino.
La virtualizzazione verrà affidata probabilmente a ditte esterne quello
che vorrei sapere da qualcuno che l'ha già fatto o che se ne intende è se
conviene prendere un Blade oppure due server più potenti e uguali per
virtualizzare ed avere un cluster di tutte queste macchine.
Alcune ditte dicono e affermano che il blade è meglio , è espandibile da
meno problemi , altre che per la nostra configurazione sarebbe meglio
comprare due server identici in modo da avere ogni singolo pezzo ridondato.
Sapete darmi qualche consiglio?
No blade. Non useresti tutta l'infrastruttura del rack blade se lo scopo è
la virtualizzazione.

Due Server fisici espandibili in termini di CPU (comprali subito con due
quad-core e molta ram ma anche con un minimo di dischi
Una SAN FC entry level
Vmware vSphere + modulo HA o Microsoft 2008 + Hyper-V + relativi tools di
gestione.
Io preferisco Vmware per la maturità dei tools di gestione e l'uso
efficiente della RAM, anche se costa di più
della soluzione Microsoft.
ObiWan [MVP]
2009-09-25 11:05:53 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
No blade. Non useresti tutta l'infrastruttura del rack blade se lo scopo è
la virtualizzazione.
mbeh dai, non esageriamo !
Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
2009-09-25 12:33:19 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
No blade. Non useresti tutta l'infrastruttura del rack blade se lo
scopo è
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
la virtualizzazione.
mbeh dai, non esageriamo !
Se deve virtualizzare gli bastano due o tre macchine "serie" ed una SAN. Se
usasse blade si troverebbe con almeno 4 slot vuoti che non userà mai .
Diciamo le cose come stanno vanno bene per ospitare application servers
leggerini.
Fabrizio
2009-09-25 13:43:11 UTC
Permalink
Vi ringrazio a tutti adesso ho un quadro più chiaro di prima e non di poco .

vedrò i preventivi hardware ma credo che andrò su due server normali ,
sovradimensionati per il carico di adesso ed espandibili in modo tale da
poter aggiungere qualche server virtuale in caso di bisogno.

Grazie davvero a tutti
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
No blade. Non useresti tutta l'infrastruttura del rack blade se lo
scopo è
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
la virtualizzazione.
mbeh dai, non esageriamo !
Se deve virtualizzare gli bastano due o tre macchine "serie" ed una SAN.
Se usasse blade si troverebbe con almeno 4 slot vuoti che non userà mai .
Diciamo le cose come stanno vanno bene per ospitare application servers
leggerini.
Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
2009-09-25 14:19:43 UTC
Permalink
Post by Fabrizio
Vi ringrazio a tutti adesso ho un quadro più chiaro di prima e non di poco .
vedrò i preventivi hardware ma credo che andrò su due server normali ,
sovradimensionati per il carico di adesso ed espandibili in modo tale da
poter aggiungere qualche server virtuale in caso di bisogno.
Grazie davvero a tutti
Prego, ma non dimenticare che ti serve sempre e comunque uno Storage SAN FC
o iSCSI certificato Vmware/Hyper-V. Entry level magari.
Andrea Caldarone
2009-09-28 07:43:35 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Post by Fabrizio
Vi ringrazio a tutti adesso ho un quadro più chiaro di prima e non di poco .
vedrò i preventivi hardware ma credo che andrò su due server normali ,
sovradimensionati per il carico di adesso ed espandibili in modo tale da
poter aggiungere qualche server virtuale in caso di bisogno.
Grazie davvero a tutti
Prego, ma non dimenticare che ti serve sempre e comunque uno Storage SAN
FC o iSCSI certificato Vmware/Hyper-V. Entry level magari.
Mi permetto di insistere su Citrix Xen Server, prestazionalmente superiore a
VMWare, e con HA implementabile che Hyper-V non ha.
Lo usiamo in produzione da quasi 3 anni nella nostra server farm e presso
svariati clienti con -zero- problemi.
Gianfranco Bartolini
2009-09-28 12:15:35 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Mi permetto di insistere su Citrix Xen Server, prestazionalmente
superiore a VMWare, e con HA implementabile che Hyper-V non ha.
Lo usiamo in produzione da quasi 3 anni nella nostra server farm e
presso svariati clienti con -zero- problemi.
Ok, ma qui non si parlava di tecnologie di virtualizzazione, ma di quale
hardware utilizzare.

Senza nulla togliere a XenServer che e' un ottimo prodotto, non e' l'HA
a mancare ad Hyper-V visto che la implementa con il failover clustering,
ma piuttosto la Live Migration, perlomeno fino a che non uscira' la R2.
E sul "prestazionalmente superiore a VMware" ci sarebbe molto da
discutere, se non si specificano per bene prima i contesti.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Andrea Caldarone
2009-09-28 14:37:04 UTC
Permalink
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Andrea Caldarone
Mi permetto di insistere su Citrix Xen Server, prestazionalmente
superiore a VMWare, e con HA implementabile che Hyper-V non ha.
Lo usiamo in produzione da quasi 3 anni nella nostra server farm e presso
svariati clienti con -zero- problemi.
Ok, ma qui non si parlava di tecnologie di virtualizzazione, ma di quale
hardware utilizzare.
ok siamo d'accordo
Post by Gianfranco Bartolini
Senza nulla togliere a XenServer che e' un ottimo prodotto, non e' l'HA a
mancare ad Hyper-V visto che la implementa con il failover clustering,
Failover Clustering e HA non sono la stessa cosa. Failover Clustering nel
caso di fallimento di un nodo, implica il riavvio dei servizi (failover) nel
giro di qualche secondo sul nodo o sui nodi superstiti. Tutte le connessioni
esistenti al momento del fallimento di un nodo vengono perse.
Con la HA di Xen questo non succede.
Post by Gianfranco Bartolini
ma piuttosto la Live Migration, perlomeno fino a che non uscira' la R2.
giusto
Post by Gianfranco Bartolini
E sul "prestazionalmente superiore a VMware" ci sarebbe molto da
discutere, se non si specificano per bene prima i contesti.
La paravirtualizzazione (Xen Server, Hyper-V) in termini di prestazioni pure
è implicitamente superiore alla virtualizzazione pura di VMWare.
Come caratteristica opposta a favore di VMWare c'è che una macchina virtuale
può essere portata da qualsiasi host verso qualsiasi host indipendentemente
dall'hardware sottostante, cosa che con la paravirtualizzazione è valida
solo se le CPU sottostanti sono identiche (stesso modello stesso stepping
model)
Post by Gianfranco Bartolini
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gianfranco Bartolini
2009-09-28 17:58:42 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Failover Clustering e HA non sono la stessa cosa. Failover Clustering
nel caso di fallimento di un nodo, implica il riavvio dei servizi
(failover) nel giro di qualche secondo sul nodo o sui nodi superstiti.
Tutte le connessioni esistenti al momento del fallimento di un nodo
vengono perse.
Con la HA di Xen questo non succede.
Mi auguro tu stia scherzando. In Xen/Hyper-V come in VMware se un nodo
fisico cade le VM di quel nodo si *spengono*.
Poi interviene l'HA che le fa ripartire in tempi brevi su di un altro
nodo ma al momento del crash tutte le sessioni ed i servizi attivi fino
a quel momento sulle VM di quel nodo muoiono insieme alle VM stesse.
Non fare i test con delle semplici sessioni http come fanno sempre
vedere alle presentazioni, prova a spegnere un host sul quale gira una
VM che serve qualche centinaio di sessioni telnet o 5250 poi vedi cosa
succede.

O forse ti confondi con la tecnologia Fault Tolerance di Vmware vSphere? ;)
Post by Andrea Caldarone
La paravirtualizzazione (Xen Server, Hyper-V) in termini di prestazioni
pure è implicitamente superiore alla virtualizzazione pura di VMWare.
Corretto, se sfruttata esclusivamente da guest Linux oppure Windows
2008, per i rimanenti sistemi Windows beneficio = 0, ovvero per l'80%
circa dei sistemi Windows installati.
Il tutto pure a discapito della sicurezza generale del sistema, ti cito
Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/Paravirtualizzazione):
"Il sistema di paravirtualizzazione si differenzia da quello di
virtualizzazione per il differente approccio utilizzato. In questo caso
non c'è l'emulazione del processore e l'overhead è molto basso, ma il
crash del sistema di paravirtualizzazione porterebbe in crash anche
tutte le virtual machine."

Per non parlare poi della disponibilita' dei pochi drivers
paravirtualizzati, praticamente delle beta pubbliche.

Per la mia esperienza si puo' parlare di prestazioni superiori di Xen
solo in contesti ben specifici, ovvero con maggioranza di sistemi guest
Linux oppure con farm Presentation Server/XenApp per le quali le
ottimizzazioni introdotte da Citrix fanno la differenza.
Al di fuori di questi contesti il divario in termini di prestazioni e'
nullo e la maturita' e solidita' di VMware non lasciano scampo.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Andrea Caldarone
2009-09-29 07:15:49 UTC
Permalink
Post by Gianfranco Bartolini
Mi auguro tu stia scherzando. In Xen/Hyper-V come in VMware se un nodo
fisico cade le VM di quel nodo si *spengono*.
Poi interviene l'HA che le fa ripartire in tempi brevi su di un altro nodo
ma al momento del crash tutte le sessioni ed i servizi attivi fino a quel
momento sulle VM di quel nodo muoiono insieme alle VM stesse.
Non fare i test con delle semplici sessioni http come fanno sempre vedere
alle presentazioni, prova a spegnere un host sul quale gira una VM che
serve qualche centinaio di sessioni telnet o 5250 poi vedi cosa succede.
Non sto scherzando affatto. Citrix Xen Server, nelle versioni a pagamento
ovviamente, integra la tecnologia EverRun di Marathon, la quale garantisce
appunto quanto descritto:

http://www.citrix.com/lang/English/lp/lp_1686139.asp

oppure

http://www.marathontechnologies.com/high_availability_xenserver.html

od anche

http://www.dabcc.com/article.aspx?id=10415
Post by Gianfranco Bartolini
O forse ti confondi con la tecnologia Fault Tolerance di Vmware vSphere? ;)
Post by Andrea Caldarone
La paravirtualizzazione (Xen Server, Hyper-V) in termini di prestazioni
pure è implicitamente superiore alla virtualizzazione pura di VMWare.
Corretto, se sfruttata esclusivamente da guest Linux oppure Windows 2008,
per i rimanenti sistemi Windows beneficio = 0, ovvero per l'80% circa dei
sistemi Windows installati.
Il tutto pure a discapito della sicurezza generale del sistema, ti cito
"Il sistema di paravirtualizzazione si differenzia da quello di
virtualizzazione per il differente approccio utilizzato. In questo caso
non c'è l'emulazione del processore e l'overhead è molto basso, ma il
crash del sistema di paravirtualizzazione porterebbe in crash anche tutte
le virtual machine."
Per non parlare poi della disponibilita' dei pochi drivers
paravirtualizzati, praticamente delle beta pubbliche.
Per la mia esperienza si puo' parlare di prestazioni superiori di Xen solo
in contesti ben specifici, ovvero con maggioranza di sistemi guest Linux
oppure con farm Presentation Server/XenApp per le quali le ottimizzazioni
introdotte da Citrix fanno la differenza.
Al di fuori di questi contesti il divario in termini di prestazioni e'
nullo e la maturita' e solidita' di VMware non lasciano scampo.
partiamo dai benchmark di società terze:

http://virtualizationreview.com/Articles/2009/03/02/Lab-Experiment-Hypervisors.aspx?Page=1

poi continuiamo dicendo che siccome il tempo va avanti e non indietro, nel
giro di un paio di anni la percentuale di Windows 2008 installati sarà
superiore ad oggi.
Concludo dicendo che in azienda avevamo prima VMWare e lo continuiamo ad
avere su certi server per non buttare via i costi di licenza e per...
paragone.
Infine a parità di caratteristiche Xen costa di meno di VMWare.
Post by Gianfranco Bartolini
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gianfranco Bartolini
2009-09-29 22:21:50 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Non sto scherzando affatto. Citrix Xen Server, nelle versioni a
pagamento ovviamente, integra la tecnologia EverRun di Marathon, la
Stai parlando di un modulo opzionale di terze parti (a suo tempo usabile
anche con VMware) che nulla ha a che vedere con l'HA tradizionale, la
quale fa quanto ho scritto.
E che se sommata ai costi delle licenze standard Citrix fa costare il
tutto quanto VMware.
Post by Andrea Caldarone
http://virtualizationreview.com/Articles/2009/03/02/Lab-Experiment-Hypervisors.aspx?Page=1
Lascia perdere i benchmark altrimenti non se ne esce piu', per ogni
vendor ne esistono sempre qualche migliaia che ne decantano le lodi in
base alla sponsorizzazione del momento.
Io preferisco basarmi sull'esperienza acquisita direttamente sul campo
in anni di lavoro, quella non mente mai.
Post by Andrea Caldarone
poi continuiamo dicendo che siccome il tempo va avanti e non indietro,
nel giro di un paio di anni la percentuale di Windows 2008 installati
sarà superiore ad oggi.
Bene, quando succedera' ne riparleremo. Nel frattempo il beta testing a
beneficio zero sugli ambienti di produzione lo lascio fare agli altri. ;-)
Post by Andrea Caldarone
Concludo dicendo che in azienda avevamo prima VMWare e lo continuiamo ad
avere su certi server per non buttare via i costi di licenza e per...
paragone.
E' una scelta come un'altra che va rispettata, avrete sicuramente avuto
i vostri buoni motivi.
Basta paro' che si paragoni mele con mele e pere con pere e non si
ragioni solo per partito preso. Ogni soluzione ha i suoi pro e contro,
non esiste la panacea.
Post by Andrea Caldarone
Infine a parità di caratteristiche Xen costa di meno di VMWare.
Questo senza ombra di dubbio, ma se lo puo' permettere essendo non per
caso il n.1 al mondo.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Andrea Caldarone
2009-09-30 08:13:11 UTC
Permalink
Post by Gianfranco Bartolini
Stai parlando di un modulo opzionale di terze parti (a suo tempo usabile
anche con VMware) che nulla ha a che vedere con l'HA tradizionale, la
quale fa quanto ho scritto.
E che se sommata ai costi delle licenze standard Citrix fa costare il
tutto quanto VMware.
Torno a ripetere: Marathon EverRun è incluso nella versione 5 di Citrix Xen
Server, nessun costo aggiuntivo. Citrix Xen Server 5 costa meno (quasi la
metà) di VMWare ESX.
frank
2009-09-30 21:51:21 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Post by Gianfranco Bartolini
Stai parlando di un modulo opzionale di terze parti (a suo tempo usabile
anche con VMware) che nulla ha a che vedere con l'HA tradizionale, la
quale fa quanto ho scritto.
E che se sommata ai costi delle licenze standard Citrix fa costare il
tutto quanto VMware.
Torno a ripetere: Marathon EverRun è incluso nella versione 5 di Citrix
Xen Server, nessun costo aggiuntivo. Citrix Xen Server 5 costa meno
(quasi la metà) di VMWare ESX.
Scusate, è da poco che sto' vedendo Citrix, ma ho sempre installato
vmware, per avere un confronto la Licenza "Vmware Essential Plus" costa
circa 3.0k€ e mi danno:
3 host con max due socket e 6 core per socket
1 Virtual Center
Data recovery delle macchine virtuali a caldo
HA
1 anno di supporto 8 x 5

il Vmotion non c'e'.

Citrix quanto costerebbe ?

grazie mille.
Gianfranco Bartolini
2009-09-30 22:39:01 UTC
Permalink
Post by Andrea Caldarone
Torno a ripetere: Marathon EverRun è incluso nella versione 5 di Citrix
Xen Server, nessun costo aggiuntivo. Citrix Xen Server 5 costa meno
(quasi la metà) di VMWare ESX.
Allora andiamo direttamente alla fonte:
http://www.marathontechnologies.com/blog/archives/2009-04.html

Q: Is everRun part of Essentials, or is this a different product add-on?
Does it require Essentials or just the hypervisor if it’s an add-on?
A: everRun is a separate product from Marathon Technologies and is not
included in the Essentials offerings. everRun does support the
Essentials offerings as well as the free edition of XenServer. everRun
is simply installed on top of XenServer.

Q: Can you confirm that Marathon HA is an existing part of Citrix
Essentials?
A: everRun VM is not bundled with Citrix Essentials for XenServer,
however it can easily be installed on an Essentials deployment. Citrix
Essentials for XenServer does include level 1 or auto-restart HA
(XenServer HA) which was jointly developed by Marathon and Citrix.

Q: How much does the license for everRun cost? Where do I go for everRun
Pricing?
A: Pricing for everRun VM starts at $3000 per XenServer host. For more
information, please contact Marathon Sales Department at 888-682-1142 or
***@marathontechnologies.com , or contact your Marathon reseller.

Piu' chiaro di cosi' si muore.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
frank
2009-10-01 09:20:18 UTC
Permalink
CHIARISSIMO !!!!

;)
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Andrea Caldarone
Torno a ripetere: Marathon EverRun è incluso nella versione 5 di
Citrix Xen Server, nessun costo aggiuntivo. Citrix Xen Server 5 costa
meno (quasi la metà) di VMWare ESX.
http://www.marathontechnologies.com/blog/archives/2009-04.html
Q: Is everRun part of Essentials, or is this a different product add-on?
Does it require Essentials or just the hypervisor if it’s an add-on?
A: everRun is a separate product from Marathon Technologies and is not
included in the Essentials offerings. everRun does support the
Essentials offerings as well as the free edition of XenServer. everRun
is simply installed on top of XenServer.
Q: Can you confirm that Marathon HA is an existing part of Citrix
Essentials?
A: everRun VM is not bundled with Citrix Essentials for XenServer,
however it can easily be installed on an Essentials deployment. Citrix
Essentials for XenServer does include level 1 or auto-restart HA
(XenServer HA) which was jointly developed by Marathon and Citrix.
Q: How much does the license for everRun cost? Where do I go for everRun
Pricing?
A: Pricing for everRun VM starts at $3000 per XenServer host. For more
information, please contact Marathon Sales Department at 888-682-1142 or
Piu' chiaro di cosi' si muore.
Gianfranco Bartolini
2009-09-26 21:15:52 UTC
Permalink
Post by Fabrizio
vedrò i preventivi hardware ma credo che andrò su due server normali ,
sovradimensionati per il carico di adesso ed espandibili in modo tale da
poter aggiungere qualche server virtuale in caso di bisogno.
Chiaramente collegati ad uno storage condiviso, non dimenticare uno dei
lati fondamentali del progetto.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gianfranco Bartolini
2009-09-26 21:20:02 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Se deve virtualizzare gli bastano due o tre macchine "serie" ed una SAN.
Se usasse blade si troverebbe con almeno 4 slot vuoti che non userà mai
. Diciamo le cose come stanno vanno bene per ospitare application
servers leggerini.
Non c'e' differenza prestazionale tra server blade e server normali, gli
utilizzi sono gli stessi. E' solo una questione di costi, scalabilita'
ed ingombri.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gabriele Del Giovine [Sharepoint MVP]
2009-09-27 08:55:18 UTC
Permalink
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Se deve virtualizzare gli bastano due o tre macchine "serie" ed una SAN.
Se usasse blade si troverebbe con almeno 4 slot vuoti che non userà mai .
Diciamo le cose come stanno vanno bene per ospitare application servers
leggerini.
Non c'e' differenza prestazionale tra server blade e server normali, gli
utilizzi sono gli stessi. E' solo una questione di costi, scalabilita' ed
ingombri.
C'è differenza, soprattutto sull'IO di disco. Semplicemente sui blade non
c'entrano.
E un DAS veloce fa la differenza soprattutto per la gestione della memoria
virtuale
o di tutta la roba che avrebbe qualche problema ad andare su SAN,
soprattutto quando la SAN
ha pochi controller.

Saluti.
Gianfranco Bartolini
2009-09-27 22:51:47 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Sharepoint MVP]
C'è differenza, soprattutto sull'IO di disco. Semplicemente sui blade
non c'entrano.
Non facciamo confusione, o confrontiamo le metodologie costruttive
(server blade/server standard) o confrontiamo le tipologie
d'interconnessione degli storage (das/nas/san). Quello relativo a questa
discussione e' il primo punto.

I server blade sono solamente una modalita' differente di costruire i
server. La connettivita' con lo storage e' gestibile in tutte le
varianti elencate sopra sia con i blade che con i server standard.
Post by Gabriele Del Giovine [Sharepoint MVP]
E un DAS veloce fa la differenza soprattutto per la gestione della
memoria virtuale
o di tutta la roba che avrebbe qualche problema ad andare su SAN,
soprattutto quando la SAN
ha pochi controller.
Ribadisco, stai parlando di differenze prestazionali tra i diversi tipi
di storage, cosa c'entra questo con le differenze tra server blade e
server standard?
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
2009-09-28 09:06:03 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Sharepoint MVP]
C'è differenza, soprattutto sull'IO di disco. Semplicemente sui blade non
c'entrano.
Non facciamo confusione, o confrontiamo le metodologie costruttive (server
blade/server standard) o confrontiamo le tipologie d'interconnessione
degli storage (das/nas/san). Quello relativo a questa discussione e' il
primo punto.
I Blade sono limitati per storage DAS. Un ambiente virtualizzato potrebbe
avere
necessità di DAS per attività legate alla memoria virtuale che non trovano
nelle device connesse vie SAN una controparte prestazionalmente idonea.

Ergo, per ambienti di virtualizzazione consolidata un Blade potrebbe non
essere la soluzione
migliore.

Ovviamente stiamo parlando di comparazione Blade/Server "tradizionali" in
ambito virtualizzazione.

Saluti.
Gianfranco Bartolini
2009-09-28 12:06:04 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
I Blade sono limitati per storage DAS. Un ambiente virtualizzato
Perche' dici questo? Non sto parlando dello storage interno alle lame,
quello serve giusto per il boot del s.o.
Anche ai Blade puoi connettere cestelli dischi sas/sata in direct attach
tramite gli opportuni moduli di interconnessione, qualora non prevedano
gia' storage interno dedicato (vedi BladeCenter IBM serie S o i Modular
Server della Intel)
Continuo a non vedere le differenze.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Rossano Orlandini
2009-09-28 14:20:13 UTC
Permalink
On Mon, 28 Sep 2009 14:06:04 +0200, Gianfranco Bartolini
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
I Blade sono limitati per storage DAS. Un ambiente virtualizzato
Perche' dici questo? Non sto parlando dello storage interno alle lame,
quello serve giusto per il boot del s.o.
Anche ai Blade puoi connettere cestelli dischi sas/sata in direct attach
tramite gli opportuni moduli di interconnessione, qualora non prevedano
gia' storage interno dedicato (vedi BladeCenter IBM serie S o i Modular
Server della Intel)
Continuo a non vedere le differenze.
Sono d'accordo.
Se parliamo di mere prestazioni, ad esempio una lama IBM HS21 QuadCore e
un x3650 (stessa CPU, stessa RAM e dischi) si equivalgono. Ovviamente
l'H21 consuma di meno.
--
Rossano Orlandini
MCSE MCSA - Windows Server
Andrea Caldarone
2009-09-28 15:17:09 UTC
Permalink
Post by Rossano Orlandini
On Mon, 28 Sep 2009 14:06:04 +0200, Gianfranco Bartolini
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
I Blade sono limitati per storage DAS. Un ambiente virtualizzato
Perche' dici questo? Non sto parlando dello storage interno alle lame,
quello serve giusto per il boot del s.o.
Anche ai Blade puoi connettere cestelli dischi sas/sata in direct attach
tramite gli opportuni moduli di interconnessione, qualora non prevedano
gia' storage interno dedicato (vedi BladeCenter IBM serie S o i Modular
Server della Intel)
Continuo a non vedere le differenze.
Sono d'accordo.
Se parliamo di mere prestazioni, ad esempio una lama IBM HS21 QuadCore e
un x3650 (stessa CPU, stessa RAM e dischi) si equivalgono. Ovviamente
l'H21 consuma di meno.
mi dispiace contraddirti ma due lame HS21 + un blade center assorbono più
potenza elettrica di due x3650. Solo il blade center assorbe 2000 watt. La
convenienza in termini di assorbimento elettrico c'è dalla 4° lama in poi...
Post by Rossano Orlandini
--
Rossano Orlandini
MCSE MCSA - Windows Server
Rossano Orlandini
2009-09-28 18:48:42 UTC
Permalink
On Mon, 28 Sep 2009 17:17:09 +0200, "Andrea Caldarone"
Post by Andrea Caldarone
Post by Rossano Orlandini
On Mon, 28 Sep 2009 14:06:04 +0200, Gianfranco Bartolini
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
I Blade sono limitati per storage DAS. Un ambiente virtualizzato
Perche' dici questo? Non sto parlando dello storage interno alle lame,
quello serve giusto per il boot del s.o.
Anche ai Blade puoi connettere cestelli dischi sas/sata in direct attach
tramite gli opportuni moduli di interconnessione, qualora non prevedano
gia' storage interno dedicato (vedi BladeCenter IBM serie S o i Modular
Server della Intel)
Continuo a non vedere le differenze.
Sono d'accordo.
Se parliamo di mere prestazioni, ad esempio una lama IBM HS21 QuadCore e
un x3650 (stessa CPU, stessa RAM e dischi) si equivalgono. Ovviamente
l'H21 consuma di meno.
mi dispiace contraddirti ma due lame HS21 + un blade center assorbono più
potenza elettrica di due x3650. Solo il blade center assorbe 2000 watt. La
convenienza in termini di assorbimento elettrico c'è dalla 4° lama in poi...
A parte che stavamo parlando di prestazioni dirette BladeServer -->
Rackserver (equivalenti), e quindi il consumo elettrico non era
pertinente (perché lo chassis per 14 lame è una cosa un po' diversa),
credo tu sappia che un BladeCenter *non assorbe* immediatamente 2000
watt perché usa un bilanciamento del carico.

D'accordo che un BladeCenter serie H o E assorbe non più di 550 watt
scarico, senza lame, e con due lame HS21 possiamo arrivare sui 1200
watt. E d'accordo che due x3650 (se proprio vogliamo paragonare) possono
arrivare insieme a 1000-1100 watt, ma stiamo parlando di cose diverse.

Quello che va capito, è che usare introdurre un Blade porta ad una
filosofia di espansione vista nell'ottica del consolidamento, della
riduzione di spazio e dei consumi elettrici (legandosi però ad uno
specifico vendor). Ovviamente pensando ad una crescita che punti ad
utilizzare tutti gli slot del Blade o quasi.

Questa scelta, quando si tratta di appena 2 o 3 server, è perdente in
termini di TCO, niente da dire.
--
Rossano Orlandini
MCSE MCSA - Windows Server
Andrea Caldarone
2009-09-29 14:19:00 UTC
Permalink
Post by Rossano Orlandini
Questa scelta, quando si tratta di appena 2 o 3 server, è perdente in
termini di TCO, niente da dire.
perfettamente d'accordo.
Post by Rossano Orlandini
--
Rossano Orlandini
MCSE MCSA - Windows Server
Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
2009-09-29 08:31:22 UTC
Permalink
Post by Gianfranco Bartolini
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
I Blade sono limitati per storage DAS. Un ambiente virtualizzato
Perche' dici questo? Non sto parlando dello storage interno alle lame,
quello serve giusto per il boot del s.o.
Anche ai Blade puoi connettere cestelli dischi sas/sata in direct attach
tramite gli opportuni moduli di interconnessione, qualora non prevedano
gia' storage interno dedicato (vedi BladeCenter IBM serie S o i Modular
Server della Intel)
Certo, con un fattore x10 relativamente al prezzo :-) Quindi nella realtà di
fatto i Blade non hanno
una parte DAS decente per determinati ambiti applicativi.
Post by Gianfranco Bartolini
Continuo a non vedere le differenze.
Se conteggi la ciccia che ottieni a parità di soldi E consideri che stai
operando in un contesto di virtualizzazione
per piccole aziende i Blade non convengono mai, a mio avviso.

Posso dire una cosa? Blade è una strategia che vede l'ottenimento di
economie di dimensione con un mix di economie di scala. Se non ci sono
entrambe i fattori è un massacro economicamente parlando.

non ci sono le economie
Gianfranco Bartolini
2009-09-29 22:32:46 UTC
Permalink
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Certo, con un fattore x10 relativamente al prezzo :-) Quindi nella
realtà di fatto i Blade non hanno
una parte DAS decente per determinati ambiti applicativi.
Alt, rileggi quello che hai scritto :)
Si parlava di prestazioni, non di prezzo.
La parte DAS dei Blade e' decente quanto e' piu' di quella dei server
tradizionali, visto che come minimo su di un cestello esterno ci metti
12 dischi e non 6 come negli storage interni dei server tradizionali.
Sul fatto che la soluzione costi di piu', dipende come gia' detto dal
numero di server fisici che si considera. Il punto di pareggio e' sempre
compreso da 3 a 5.

C'e' inoltre un controsenso, se le prestazioni sono talmente importanti
da farti preferire uno storage DAS rispetto ad uno in FC vuol dire che
le esigenze non sono propriamente da piccola azienda ma piu' mission
critical, situazione che giustifica ampiamente spese maggiori in
tecnologia, Blade compresa.
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Se conteggi la ciccia che ottieni a parità di soldi E consideri che stai
operando in un contesto di virtualizzazione
per piccole aziende i Blade non convengono mai, a mio avviso.
Ma su questo non ci piove, fin da subito si e' detto che con pochi nodi
una soluzione Blade non era economicamente conveniente.
Quello che era discutibile era l'affermazione che le prestazioni fossero
inferiori, cosa assolutamente non vera.
Post by Gabriele Del Giovine [Microsoft MVP for MOSS]
Posso dire una cosa? Blade è una strategia che vede l'ottenimento di
economie di dimensione con un mix di economie di scala. Se non ci sono
entrambe i fattori è un massacro economicamente parlando.
Perfettamente d'accordo a meta' :-) dato che da un anno circa a questa
parte sto osservando continui cali di prezzo proprio sul segmento Blade.
Se continua cosi' entro fine anno il punto di pareggio rischiera' di
scendere a 2-3 lame.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Gabriele Del Giovine [Sharepoint MVP]
2009-09-30 09:31:03 UTC
Permalink
Post by Gianfranco Bartolini
Se continua cosi' entro fine anno il punto di pareggio rischiera' di
scendere a 2-3 lame.
Me lo auguro.
Gianfranco Bartolini
2009-09-26 21:27:00 UTC
Permalink
Post by Fabrizio
La virtualizzazione verrà affidata probabilmente a ditte esterne quello
che vorrei sapere da qualcuno che l'ha già fatto o che se ne intende è
se conviene prendere un Blade oppure due server più potenti e uguali per
virtualizzare ed avere un cluster di tutte queste macchine.
Nella tua situazione il Blade Center a mio avviso non e' economicamente
vantaggioso. Per il resto tecnicamente va benissimo tanto quanto due
server singoli.
Post by Fabrizio
Alcune ditte dicono e affermano che il blade è meglio , è espandibile da
meno problemi , altre che per la nostra configurazione sarebbe meglio
comprare due server identici in modo da avere ogni singolo pezzo ridondato.
Come sempre la risposta e': dipende.
Se hai previsioni di rapida crescita dei nodi in breve tempo allora la
scelta Blade potrebbe essere vantaggiosa per via della semplicita' di
gestione e della facile scalabilita'.
Al contrario se non prevedi sviluppi futuri come dicevo non e' una
scelta economicamente vantaggiosa, il punto di pareggio dei costi si
raggiunge con configurazioni dalle 3 alle 5 lame a seconda dei vendor
quindi spenderesti di piu' senza averne benefici.
--
Bye
Gianfranco Bartolini
(gianfranco punto bartolini at tiscali punto it)
Continua a leggere su narkive:
Loading...