Discussione:
Migrazione NT 4 Ing. con 2003 It.
(troppo vecchio per rispondere)
Seram
2005-04-11 15:01:02 UTC
Permalink
Bentrovati a tutti,
Ho 2 server il PDC con NT4 Inglese che voglio dismettere e un nuovo (per ora
membro del dominio NT) con Win 2003 server std in italiano. Gradirei, se
possibile, la via più corretta, ma sopratutto più veloce visto che l'azienda
è composta da circa trenta client che non posso fermare. Ho letto tutti i
post al riguardo e tutte le istruzioni per admt2 e non riesco a capire bene
la miglior sequenza da adottare.
Ringrazio sin d'ora.
--
Seram
Ale_maby
2005-04-11 15:10:48 UTC
Permalink
Post by Seram
Bentrovati a tutti,
Ho 2 server il PDC con NT4 Inglese che voglio dismettere e un nuovo (per ora
membro del dominio NT) con Win 2003 server std in italiano. Gradirei, se
possibile, la via più corretta, ma sopratutto più veloce visto che l'azienda
è composta da circa trenta client che non posso fermare. Ho letto tutti i
post al riguardo e tutte le istruzioni per admt2 e non riesco a capire bene
la miglior sequenza da adottare.
Ringrazio sin d'ora.
Ciao
la soluzione di migrazione più rapida è :

Installi il secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione.


Se invece vuoi avere w2k3 in ita (che ti sconsiglio) devi fare una nuova
installazione e quindi trasferire i vari utenti (NT4) al dominio nuovo,
usando ad esempio admt. Tieni presente che i client devono rifare il
join al nuovo dominio


Ciao
Alessandro
Seram
2005-04-11 15:21:02 UTC
Permalink
Prima di tutto grazie per la celerità della risposta,
Una domanda, il vecchio server può (ho già controllato i requisiti)
accettare w2k3, posso quindi fare direttamente l'aggiornamento di w2k3 in
inglese sul vecchio poi far diventare il nuovo server PDC senza rifare
l'installazione e lasciandolo in italiano?

Grazie ancora in anticipo

Seram
Post by Ale_maby
Post by Seram
Bentrovati a tutti,
Ho 2 server il PDC con NT4 Inglese che voglio dismettere e un nuovo (per ora
membro del dominio NT) con Win 2003 server std in italiano. Gradirei, se
possibile, la via più corretta, ma sopratutto più veloce visto che l'azienda
è composta da circa trenta client che non posso fermare. Ho letto tutti i
post al riguardo e tutte le istruzioni per admt2 e non riesco a capire bene
la miglior sequenza da adottare.
Ringrazio sin d'ora.
Ciao
Installi il secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione.
Se invece vuoi avere w2k3 in ita (che ti sconsiglio) devi fare una nuova
installazione e quindi trasferire i vari utenti (NT4) al dominio nuovo,
usando ad esempio admt. Tieni presente che i client devono rifare il
join al nuovo dominio
Ciao
Alessandro
Nacci Giuseppe
2005-04-11 15:25:29 UTC
Permalink
Post by Seram
Prima di tutto grazie per la celerità della risposta,
Una domanda, il vecchio server può (ho già controllato i requisiti)
accettare w2k3, posso quindi fare direttamente l'aggiornamento di w2k3 in
inglese sul vecchio poi far diventare il nuovo server PDC senza rifare
l'installazione e lasciandolo in italiano?
Grazie ancora in anticipo
Seram
Datti anche un'occhiata alla guida di Andrea Gallazzi
http://www.krisopea.it/mvp/Guide.htm, potrebbe aiutarti ed è veramente easy.

Ciao Seram
Ciao Andrea
--
Ciao ;-)
---
Giuseppe Nacci
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-11 15:27:32 UTC
Permalink
"Ale_maby" <***@hotmail.com> ha scritto nel messaggio news:d3e3vj$fpk$***@news.hispeed.ch...

[cut]
Post by Ale_maby
Installi il secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione.
mi permetto solo di suggerire, una volta installato NT4 sul secondo server
e promosso a PDC, di mettere off-line l'altra macchina (ex PDC che nel
frattempo è diventato BDC causa promozione dell'altra macchina a PDC) in
modo tale che se succede qualcosa hai sempre un BDC che, in qualsiasi
momento, puoi nuovamente mettere in rete e ri-promuovere a PDC,
ripristinando la situazione precedente..
Una volta messo off-line il BDC, si può procedere all'aggiornamento con
w2k3...

Se dopo l'aggiornamento tutto ha funzionato senza problemi, rimetti in linea
anche il BDC..
Post by Ale_maby
Se invece vuoi avere w2k3 in ita (che ti sconsiglio) devi fare una nuova
installazione e quindi trasferire i vari utenti (NT4) al dominio nuovo,
usando ad esempio admt. Tieni presente che i client devono rifare il join
al nuovo dominio
concordo pienamente con lo sconsigliare W2K3 in italiano.
Le piattaforme server è sempre preferibile averle in lingua originale in
quanto se vengono rilasciati aggiornamenti vari e/o Service Packs essi
saranno sempre disponibili, da subito, in lingua originale mentre le
versioni localizzate arrivano sempre dopo (se arrivano!).
Vedi rilascio dell'ultimo SP1 di W2K3.
Post by Ale_maby
Ciao
Alessandro
Ciao
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-11 15:57:03 UTC
Permalink
Post by Moreno Bondi [MCP]
[cut]
Post by Ale_maby
Installi il secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione.
mi permetto solo di suggerire, una volta installato NT4 sul secondo server
e promosso a PDC, di mettere off-line l'altra macchina (ex PDC che nel
frattempo è diventato BDC causa promozione dell'altra macchina a PDC) in
modo tale che se succede qualcosa hai sempre un BDC che, in qualsiasi
momento, puoi nuovamente mettere in rete e ri-promuovere a PDC,
ripristinando la situazione precedente..
Una volta messo off-line il BDC, si può procedere all'aggiornamento con
w2k3...
Se dopo l'aggiornamento tutto ha funzionato senza problemi, rimetti in linea
anche il BDC..
Post by Ale_maby
Se invece vuoi avere w2k3 in ita (che ti sconsiglio) devi fare una nuova
installazione e quindi trasferire i vari utenti (NT4) al dominio nuovo,
usando ad esempio admt. Tieni presente che i client devono rifare il join
al nuovo dominio
concordo pienamente con lo sconsigliare W2K3 in italiano.
Le piattaforme server è sempre preferibile averle in lingua originale in
quanto se vengono rilasciati aggiornamenti vari e/o Service Packs essi
saranno sempre disponibili, da subito, in lingua originale mentre le
versioni localizzate arrivano sempre dopo (se arrivano!).
Vedi rilascio dell'ultimo SP1 di W2K3.
Post by Ale_maby
Ciao
Alessandro
Ciao
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Prima di tutto grazie per la celerità della risposta,
Una domanda, il vecchio server può (ho già controllato i requisiti)
accettare w2k3, posso quindi fare direttamente l'aggiornamento di w2k3 in
inglese sul vecchio poi far diventare il nuovo server PDC senza rifare
l'installazione e lasciandolo in italiano?

Grazie ancora in anticipo

Seram
Leone Randazzo [MVP]
2005-04-11 16:01:03 UTC
Permalink
Ciao a tutti,

una precisazione su quanto scritto da Alessandro: quando dici "Installi il
secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione",

intendi dire di installare il nuovo server Win2K3 come BDC WinNT. Giusto ?

Comunque, un'altra strada che si potrebbe seguire per una migrazione
"in-place" del dominio WinNT a Win2K3 (che normalmente consiglio ed utilizzo)
è la seguente: utilizzare una macchina "muletto" da installare come WinNT BDC
(vecchia e compatibile in tutto con WinNT), promuoverla a PDC e fare
l'aggiornamento a Win2K3 (preferibilmente in inglese. Configurare il DNS con
le zone integrate in AD e far puntare sia i DC che i client ad entrambi i
server DNS (mettendo prima il nuovo). Dopodichè eseguire l'installazione del
nuovo server Win2K3 e fare la DCPROMO. Forzare la replicazione del nuovo DC
ed abilitarlo come Global Catalog. Attendere che la replica del GC avvenga e
successivamente declassare il DC muletto a server. In questo modo i ruoli
FSMO vengono passati automaticamente al nuovo DC Win2K3.

Così facendo il nuovo DC Win2K3 si trova una configurazione pulita sia
dell'environment del SO (directory di installazione, profilo, ecc.) che dei
registry, non dovendo portarsi dietro nulla da WinNT.

Spero sia chiaro.
In ogni caso sono a disposizione per eventuali chiarimenti.
Leon
----------------------------------------------------------------------------------
Microsoft® MVP - [Windows Server System - Infrastructure Architect]
MCSE WinNT/2K/2K3, MCSA, MCT, CCNA
http://mvp.support.microsoft.com
http://www.silmarconsulting.it
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-11 16:16:09 UTC
Permalink
Post by Leone Randazzo [MVP]
Ciao a tutti,
una precisazione su quanto scritto da Alessandro: quando dici "Installi il
secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione",
intendi dire di installare il nuovo server Win2K3 come BDC WinNT. Giusto ?
Comunque, un'altra strada che si potrebbe seguire per una migrazione
"in-place" del dominio WinNT a Win2K3 (che normalmente consiglio ed utilizzo)
è la seguente: utilizzare una macchina "muletto" da installare come WinNT BDC
(vecchia e compatibile in tutto con WinNT), promuoverla a PDC e fare
l'aggiornamento a Win2K3 (preferibilmente in inglese. Configurare il DNS con
le zone integrate in AD e far puntare sia i DC che i client ad entrambi i
server DNS (mettendo prima il nuovo). Dopodichè eseguire l'installazione del
nuovo server Win2K3 e fare la DCPROMO. Forzare la replicazione del nuovo DC
ed abilitarlo come Global Catalog. Attendere che la replica del GC avvenga e
successivamente declassare il DC muletto a server. In questo modo i ruoli
FSMO vengono passati automaticamente al nuovo DC Win2K3.
Così facendo il nuovo DC Win2K3 si trova una configurazione pulita sia
dell'environment del SO (directory di installazione, profilo, ecc.) che dei
registry, non dovendo portarsi dietro nulla da WinNT.
Giusto!

In effetti è questa la procedura migliore, ci avevo pensato ma mi pareva che
lui dovesse necessariamente mantenere l'altro BDC NT...
Tra l'altro si può fare creando la macchina di "transizione" (muletto) come
macchina virtuale senza dover per forza usare un'altra macchina fisica, così
la macchina nuova la può direttamente lasciare con l'installazione W2K3..
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Leone Randazzo [MVP]
2005-04-11 16:39:01 UTC
Permalink
Ciao Moreno,
Post by Moreno Bondi [MCP]
Tra l'altro si può fare creando la macchina di "transizione" (muletto) come
macchina virtuale senza dover per forza usare un'altra macchina fisica, così
la macchina nuova la può direttamente lasciare con l'installazione W2K3..
Proprio così !
Se si utilizza VMware occorre prestare attenzione agli eventuali driver di
eventuali dischi SCSI :-(

Leon
----------------------------------------------------------------------------------
Microsoft® MVP - [Windows Server System - Infrastructure Architect]
MCSE WinNT/2K/2K3, MCSA, MCT, CCNA
http://mvp.support.microsoft.com
http://www.silmarconsulting.it
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-11 18:58:39 UTC
Permalink
Post by Leone Randazzo [MVP]
Ciao Moreno,
Post by Moreno Bondi [MCP]
Tra l'altro si può fare creando la macchina di "transizione" (muletto) come
macchina virtuale senza dover per forza usare un'altra macchina fisica, così
la macchina nuova la può direttamente lasciare con l'installazione W2K3..
Proprio così !
Se si utilizza VMware occorre prestare attenzione agli eventuali driver di
eventuali dischi SCSI :-(
Leone
Ciao a te Leone!
E grazie per le risposte! ;-))

A presto!

Moreno
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Ale_maby
2005-04-11 16:49:25 UTC
Permalink
Post by Leone Randazzo [MVP]
Ciao a tutti,
una precisazione su quanto scritto da Alessandro: quando dici "Installi il
secondo server - quello che attualmente indichi come W2k3
Ita - con NT4 lo fai divenire PDC
quindi ci inserisci il CD di W2k3 in inglese ! e fai partire la migrazione",
intendi dire di installare il nuovo server Win2K3 come BDC WinNT. Giusto ?
ciao Leone

esattamente .. la mia era una veloce spiegazione per fare capire che
- Si parte da NT4
- ed è meglio installare, la parte server, in Inglese


Ciao
Ale
Leone Randazzo [MVP]
2005-04-11 20:41:04 UTC
Permalink
Ciao Ale,

infatti era come immaginavo.

Buona lavoro.
Leone
Seram
2005-04-12 06:47:01 UTC
Permalink
Una domanda, il vecchio server può (ho già controllato i requisiti)
accettare w2k3, posso quindi fare direttamente l'aggiornamento di w2k3 in
inglese sul vecchio poi far diventare il nuovo server PDC senza rifare
l'installazione e lasciandolo in italiano?

Grazie ancora in anticipo

Seram
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 07:08:51 UTC
Permalink
Post by Seram
Una domanda, il vecchio server può (ho già controllato i requisiti)
accettare w2k3, posso quindi fare direttamente l'aggiornamento di w2k3 in
inglese sul vecchio poi far diventare il nuovo server PDC senza rifare
l'installazione e lasciandolo in italiano?
Grazie ancora in anticipo
Ciao Seram.

Il punto di partenza è questo: tu cosa devi fare, devi mantenere "per forza"
qualche server BDC NT oppure puoi passare ad un ambiente "nativo" e pulito
W2003?
Se puoi passare direttamente ad ambiente AD pulito ti conviene seguire il
procedimento illustrato da Leone.
Infatti in questo modo non ti porterai dietro nel nuovo ambiente nessun
retaggio del "vecchio" ambiente NT.
Il fatto di fare un aggionamento "in-place" alla fine ti restituisce sì una
macchina con W2K3 ma sei comunque condizionato dal fatto che prima avevi NT
e non l'hai completamente rimosso, quindi la macchina possiede ancora molte
chiavi nel registro che sono ormai inutili oltre ad alcune limitazioni in
AD.
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-12 07:22:02 UTC
Permalink
Post by Moreno Bondi [MCP]
Il punto di partenza è questo: tu cosa devi fare, devi mantenere "per forza"
qualche server BDC NT oppure puoi passare ad un ambiente "nativo" e pulito
W2003?
Se puoi passare direttamente ad ambiente AD pulito ti conviene seguire il
procedimento illustrato da Leone.
Infatti in questo modo non ti porterai dietro nel nuovo ambiente nessun
retaggio del "vecchio" ambiente NT.
Il fatto di fare un aggionamento "in-place" alla fine ti restituisce sì una
macchina con W2K3 ma sei comunque condizionato dal fatto che prima avevi NT
e non l'hai completamente rimosso, quindi la macchina possiede ancora molte
chiavi nel registro che sono ormai inutili oltre ad alcune limitazioni in
AD.
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Salve Moreno,
grazie, in anticipo, per l'interessamento. Il punto è: ho un server PDC nt4
inglese lo voglio sostituire con uno nuovo con w2k3 it. (già installato come
menro del dominio), però il pdc funge anche da file server, fax server, etc.
e ci sono in join 30 client che mi è difficile fermare (questà è una attività
commerciale). Non ho nessun server BDC.
grazie in anticipo
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 07:32:00 UTC
Permalink
"Seram" <***@discussions.microsoft.com> ha scritto nel messaggio news:5A01C83D-70D9-4FB0-A6ED-***@microsoft.com...

[cut]
Post by Seram
Salve Moreno,
grazie, in anticipo, per l'interessamento. Il punto è: ho un server PDC nt4
inglese lo voglio sostituire con uno nuovo con w2k3 it. (già installato come
menro del dominio), però il pdc funge anche da file server, fax server, etc.
e ci sono in join 30 client che mi è difficile fermare (questà è una attività
commerciale). Non ho nessun server BDC.
grazie in anticipo
Ok, quindi diciamo che partiamo con tutta l'operazione (ossia con dominio NT
4 con un singolo e unico PDC) e vogliamo arrivare al termine del lavoro ad
avere un dominio "fresco" in ambiente W2K3 nativo.
La macchina esistente eroga tutti i servizi necessari, quindi

a) controllore di dominio
b) file server (questo non è un problema, si salvano i dati e si
ripristinano)
c) fax server (usi qualche programma particolare? ZetaFax, RightFax.....)

Eroga altri servizi?
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-12 07:42:02 UTC
Permalink
Post by Moreno Bondi [MCP]
Ok, quindi diciamo che partiamo con tutta l'operazione (ossia con dominio NT
4 con un singolo e unico PDC) e vogliamo arrivare al termine del lavoro ad
avere un dominio "fresco" in ambiente W2K3 nativo.
La macchina esistente eroga tutti i servizi necessari, quindi
a) controllore di dominio
b) file server (questo non è un problema, si salvano i dati e si
ripristinano)
c) fax server (usi qualche programma particolare? ZetaFax, RightFax.....)
Eroga altri servizi?
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Ancora grazie Moreno,
per il fax server il pgm è delrina winfax settato come host.
Per il file server è un problema perchè è il server di alcuni database
access a cui si collegano i 30 client. Ma risolvo il problema facendo la
migrazione di sabato e domenica o aimè di notte!
Non ho server dns se non quelli del mio isp collegato tramite router adsl
(gateway predefinito).
Rimango in trepida attesa grazie.
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 07:57:59 UTC
Permalink
Post by Seram
Ancora grazie Moreno,
Niente..
Post by Seram
per il fax server il pgm è delrina winfax settato come host.
Per il file server è un problema perchè è il server di alcuni database
access a cui si collegano i 30 client. Ma risolvo il problema facendo la
migrazione di sabato e domenica o aimè di notte!
Non ho server dns se non quelli del mio isp collegato tramite router adsl
(gateway predefinito).
Rimango in trepida attesa grazie
Bene, come client che cosa hai, sono tutti W2000 / XP o hai anche qualche
W9x?
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-12 08:11:03 UTC
Permalink
Post by Moreno Bondi [MCP]
Bene, come client che cosa hai, sono tutti W2000 / XP o hai anche qualche
W9x?
Sono 20 Xp pro - 1 W98 e 9 NT4 WS. Bella retina mista!.
Le WS NT4 resistono perchè in più ho un server SCO UNIX con l'applicativo
gestionale causa dei miei problemi perchè è questo che passerà sul server
W2k3. Dopo la migrazione e l'installazione del gestionale dismetterò il
server unix e cambierò i 10 pc restanti in Xp pro e il vecchio server PDC NT4
diventerà un web server w2k3 ma questo in futuro.
Grazie
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 08:41:19 UTC
Permalink
Post by Seram
Sono 20 Xp pro - 1 W98 e 9 NT4 WS. Bella retina mista!.
Le WS NT4 resistono perchè in più ho un server SCO UNIX con l'applicativo
gestionale causa dei miei problemi perchè è questo che passerà sul server
W2k3. Dopo la migrazione e l'installazione del gestionale dismetterò il
server unix e cambierò i 10 pc restanti in Xp pro e il vecchio server PDC NT4
diventerà un web server w2k3 ma questo in futuro.
Bene, te lo chiedo perchè una volta passati al dominio W2K3 potresti avere
qualche problema di logon con i client più vecchi e per questo occorrerà
fare alcune piccole operazioni oltre all'installazione del DSCLIENT.

Comunque sia, basandosi sulla procedura che indica Leone, le operazioni da
fare sono le seguenti:

1) prendi una terza macchina, formatta il disco ed esegui poi una
installazione nuova di WNT 4.0 server; durante l'installazione specifica che
questa macchina dovrà essere un BDC di dominio esistente;

2) una volta che questa macchina è pienamente operativa e la vedi
correttamente in rete come BDC, puoi passare a promuoverla PDC; eseguendo
questa operazione i due server NT si scambiano i ruoli, il PDC di prima
diventa BDC e viceversa. Tutte le funzioni che sono erogate dall'ex PDC
rimangono inalterate;

3) a questo punto si parte con l'upgrade dell'attuale PDC all'ambiente W2K3.
Tieni presente che se hai WNT in inglese è preferibile mantenere la lingua
originale.
Se non hai nessun servizio DNS attivo (mi par di capire che è così, se non è
così dicci qualcosa) comunica al server W2K3 di crearsi una zona DNS
integrata in AD. Con questa procedura il server W2K3 assume il ruolo di PDC
ed il BDC presente in rete è ancora convinto di dialogare con il PDC
originale NT.
Mi raccomando ancora una volta il DNS; assicurati che tutti i client e i
server puntino al DNS che è integrato in AD e che hai appena installato;

4) se tutto ha funzionato senza errori, ci troviamo ora con un dominio W2K3
in "interim mode"; il passo successivo è passare il timone del tutto alla
nuova macchina W2K3 che, per ora, è sempre rimasto un server membro e
nient'altro;

5) a questo punto puoi passare alla console del server membro W2K3 e
lanciare "dcpromo"; la procedura ti chiederà come deve configurare il
controller di dominio e tu specificherai che esso deve essere "un controller
aggiuntivo di un dominio esistente".
Inserisci le altre informazioni ed avvia la procedura; attendi che tutto sia
completato regolarmente.

6) se tutto si è svolto senza problemi, ora abbiano in rete N.3 server così
composti:

a) il BDC originale NT sul quale gira tutto;
b) il nuovo "PDC" muletto basato su W2K3
c) il nuovo DC appena promosso

7) sul nuovo DC W2K3 appena promosso, assicurati che sia un "GLOBAL
CATALOG"; a questo punto attendi (magari qualche giorno) affinchè tutte le
repliche avvengano correttamente e per vedere se ci sono problemi di
funzionamento;

8) se tutto va bene, puoi passare ad iniziare a rimuovere il server
"muletto". Portati quindi sulla console del "muletto" (l'attuale PDC) e
lancia "DCPROMO".
Segui le istruzioni dicendo che vuoi riportare il server a "server membro" e
che "non è l'ultimo GC server esistente".
La procedura parte e ti riporta la macchina a server membro semplice.
Dopo questa operazione, la macchina muletto la puoi anche eliminare dalla
rete.

9) adesso alla fine dell'operazione sei in un ambiente composto da:
- a) un DC in ambiente W2K3 modalità "interim" pulito;
- b) un BDC in ambiente NT 4.0;

10) a questo punto la migrazione è praticamente fatta; ti resta solo, un po'
alla volta, di migrare i servizi sulla macchina nuova W2K3;
Dovrai migrare anche tutti i vari servizi (DHCP, etc).

11) quando tutto sarà stato migrato alla nuova macchina W2K3 potrai
eliminare la macchina BDC NT ed elevare il livello del dominio e della
foresta al livello W2K3 nativo.
A quel punto non sarà più possibile aggiungere controllori di dominio NT.

12) installa sulle macchine W98 ed NT il DSCLIENT e vedi se ci sono ancora
problemi; se ci sono problemi con il logon bisogna disabilitare alcune
opzioni di sicurezza su W2003.


Scusate per la lunghezza, ho cercato di essere più preciso possibile.
Non ci dovrebbero essere errori, magari Leone dai un'occhiata anche tu e
dicci la tua.

Moreno
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-12 09:06:02 UTC
Permalink
Post by Moreno Bondi [MCP]
1) prendi una terza macchina, formatta il disco ed esegui poi una
installazione nuova di WNT 4.0 server; durante l'installazione specifica che
questa macchina dovrà essere un BDC di dominio esistente;
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
2) una volta che questa macchina è pienamente operativa e la vedi
correttamente in rete come BDC, puoi passare a promuoverla PDC; eseguendo
questa operazione i due server NT si scambiano i ruoli, il PDC di prima
diventa BDC e viceversa. Tutte le funzioni che sono erogate dall'ex PDC
rimangono inalterate;
Si può fare con i client collegati? reca problemi?
Post by Moreno Bondi [MCP]
3) a questo punto si parte con l'upgrade dell'attuale PDC all'ambiente W2K3.
Tieni presente che se hai WNT in inglese è preferibile mantenere la lingua
originale.
Se non hai nessun servizio DNS attivo (mi par di capire che è così, se non è
così dicci qualcosa) comunica al server W2K3 di crearsi una zona DNS
integrata in AD. Con questa procedura il server W2K3 assume il ruolo di PDC
ed il BDC presente in rete è ancora convinto di dialogare con il PDC
originale NT.
Mi raccomando ancora una volta il DNS; assicurati che tutti i client e i
server puntino al DNS che è integrato in AD e che hai appena installato;
Quindi devo inserire il nuovo indirizzo dns su tutti i 30 client?
Post by Moreno Bondi [MCP]
4) se tutto ha funzionato senza errori, ci troviamo ora con un dominio W2K3
in "interim mode"; il passo successivo è passare il timone del tutto alla
nuova macchina W2K3 che, per ora, è sempre rimasto un server membro e
nient'altro;
Lo posso lasciare in Italiano anche se il provvisorio è in inglese?
Post by Moreno Bondi [MCP]
5) a questo punto puoi passare alla console del server membro W2K3 e
lanciare "dcpromo"; la procedura ti chiederà come deve configurare il
controller di dominio e tu specificherai che esso deve essere "un controller
aggiuntivo di un dominio esistente".
Inserisci le altre informazioni ed avvia la procedura; attendi che tutto sia
completato regolarmente.
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
6) se tutto si è svolto senza problemi, ora abbiano in rete N.3 server così
a) il BDC originale NT sul quale gira tutto;
b) il nuovo "PDC" muletto basato su W2K3
c) il nuovo DC appena promosso
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
7) sul nuovo DC W2K3 appena promosso, assicurati che sia un "GLOBAL
CATALOG"; a questo punto attendi (magari qualche giorno) affinchè tutte le
repliche avvengano correttamente e per vedere se ci sono problemi di
funzionamento;
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
8) se tutto va bene, puoi passare ad iniziare a rimuovere il server
"muletto". Portati quindi sulla console del "muletto" (l'attuale PDC) e
lancia "DCPROMO".
Segui le istruzioni dicendo che vuoi riportare il server a "server membro" e
che "non è l'ultimo GC server esistente".
La procedura parte e ti riporta la macchina a server membro semplice.
Dopo questa operazione, la macchina muletto la puoi anche eliminare dalla
rete.
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
- a) un DC in ambiente W2K3 modalità "interim" pulito;
- b) un BDC in ambiente NT 4.0;
e nessun PDC?
Post by Moreno Bondi [MCP]
10) a questo punto la migrazione è praticamente fatta; ti resta solo, un po'
alla volta, di migrare i servizi sulla macchina nuova W2K3;
Dovrai migrare anche tutti i vari servizi (DHCP, etc).
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
11) quando tutto sarà stato migrato alla nuova macchina W2K3 potrai
eliminare la macchina BDC NT ed elevare il livello del dominio e della
foresta al livello W2K3 nativo.
A quel punto non sarà più possibile aggiungere controllori di dominio NT.
Ho capito diventa ora PDC!
Post by Moreno Bondi [MCP]
12) installa sulle macchine W98 ed NT il DSCLIENT e vedi se ci sono ancora
problemi; se ci sono problemi con il logon bisogna disabilitare alcune
opzioni di sicurezza su W2003.
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
Scusate per la lunghezza, ho cercato di essere più preciso possibile.
Sei stato fantastico!!!
Post by Moreno Bondi [MCP]
Non ci dovrebbero essere errori, magari Leone dai un'occhiata anche tu e
dicci la tua.
Moreno
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Infinite grazie!

Seram
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 09:18:07 UTC
Permalink
Post by Seram
Post by Moreno Bondi [MCP]
1) prendi una terza macchina, formatta il disco ed esegui poi una
installazione nuova di WNT 4.0 server; durante l'installazione specifica che
questa macchina dovrà essere un BDC di dominio esistente;
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
2) una volta che questa macchina è pienamente operativa e la vedi
correttamente in rete come BDC, puoi passare a promuoverla PDC; eseguendo
questa operazione i due server NT si scambiano i ruoli, il PDC di prima
diventa BDC e viceversa. Tutte le funzioni che sono erogate dall'ex PDC
rimangono inalterate;
Si può fare con i client collegati? reca problemi?
....sì, non c'è problema...
Post by Seram
Post by Moreno Bondi [MCP]
3) a questo punto si parte con l'upgrade dell'attuale PDC all'ambiente W2K3.
Tieni presente che se hai WNT in inglese è preferibile mantenere la lingua
originale.
Se non hai nessun servizio DNS attivo (mi par di capire che è così, se non è
così dicci qualcosa) comunica al server W2K3 di crearsi una zona DNS
integrata in AD. Con questa procedura il server W2K3 assume il ruolo di PDC
ed il BDC presente in rete è ancora convinto di dialogare con il PDC
originale NT.
Mi raccomando ancora una volta il DNS; assicurati che tutti i client e i
server puntino al DNS che è integrato in AD e che hai appena installato;
Quindi devo inserire il nuovo indirizzo dns su tutti i 30 client?
...a meno che tu non abbia attivo un DHCP che passa i parametri ai client
automaticamente, devi inserirlo su tutti.
Tu però non hai detto se hai già un DNS, ce l'hai o no?
Post by Seram
Post by Moreno Bondi [MCP]
4) se tutto ha funzionato senza errori, ci troviamo ora con un dominio W2K3
in "interim mode"; il passo successivo è passare il timone del tutto alla
nuova macchina W2K3 che, per ora, è sempre rimasto un server membro e
nient'altro;
Lo posso lasciare in Italiano anche se il provvisorio è in inglese?
...direi proprio di sì, che mi risulti non ci sono problemi in merito...
Post by Seram
Post by Moreno Bondi [MCP]
5) a questo punto puoi passare alla console del server membro W2K3 e
lanciare "dcpromo"; la procedura ti chiederà come deve configurare il
controller di dominio e tu specificherai che esso deve essere "un controller
aggiuntivo di un dominio esistente".
Inserisci le altre informazioni ed avvia la procedura; attendi che tutto sia
completato regolarmente.
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
6) se tutto si è svolto senza problemi, ora abbiano in rete N.3 server così
a) il BDC originale NT sul quale gira tutto;
b) il nuovo "PDC" muletto basato su W2K3
c) il nuovo DC appena promosso
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
7) sul nuovo DC W2K3 appena promosso, assicurati che sia un "GLOBAL
CATALOG"; a questo punto attendi (magari qualche giorno) affinchè tutte le
repliche avvengano correttamente e per vedere se ci sono problemi di
funzionamento;
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
8) se tutto va bene, puoi passare ad iniziare a rimuovere il server
"muletto". Portati quindi sulla console del "muletto" (l'attuale PDC) e
lancia "DCPROMO".
Segui le istruzioni dicendo che vuoi riportare il server a "server membro" e
che "non è l'ultimo GC server esistente".
La procedura parte e ti riporta la macchina a server membro semplice.
Dopo questa operazione, la macchina muletto la puoi anche eliminare dalla
rete.
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
- a) un DC in ambiente W2K3 modalità "interim" pulito;
- b) un BDC in ambiente NT 4.0;
e nessun PDC?
..il ruolo di PDC adesso lo sta facendo il server W2K3 perchè
"de-promuovendo" il server muletto (colui che era PDC) ha passato tutti i
ruoli FSMO al nuovo server W2K3 pulito..
Post by Seram
Post by Moreno Bondi [MCP]
10) a questo punto la migrazione è praticamente fatta; ti resta solo, un po'
alla volta, di migrare i servizi sulla macchina nuova W2K3;
Dovrai migrare anche tutti i vari servizi (DHCP, etc).
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
11) quando tutto sarà stato migrato alla nuova macchina W2K3 potrai
eliminare la macchina BDC NT ed elevare il livello del dominio e della
foresta al livello W2K3 nativo.
A quel punto non sarà più possibile aggiungere controllori di dominio NT.
Ho capito diventa ora PDC!
...non è proprio così, perchè in ambiente W2K3 nativo non ci sono più
distinzioni fra PDC e BDC, tutti i controllori di dominio sono allo stesso
livello...
..Comunque diciamo che fa tutto lui...
..un consiglio però, metti in rete un'altro controllore di dominio, non
lasciare quello da solo.... se ti salta lui sei fritto e perdi tutto....
Post by Seram
Post by Moreno Bondi [MCP]
12) installa sulle macchine W98 ed NT il DSCLIENT e vedi se ci sono ancora
problemi; se ci sono problemi con il logon bisogna disabilitare alcune
opzioni di sicurezza su W2003.
ok
Post by Moreno Bondi [MCP]
Scusate per la lunghezza, ho cercato di essere più preciso possibile.
Sei stato fantastico!!!
...no, niente di che.... mi sono solo limitato a cercare di interpretare al
meglio la procedura migliore....
..anzi, se qualcun'altro nel NG ci dice la sua sarebbe ancor meglio..


Ciao!
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-12 09:41:04 UTC
Permalink
Ciao Moreno,
Non ho server dns attivi, ho configurato sui client solo i dns del mio isp
per il router adsl (usato come gateway predefinito).

Grazie ancora
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 09:47:24 UTC
Permalink
Post by Leone Randazzo [MVP]
Ciao Moreno,
Non ho server dns attivi, ho configurato sui client solo i dns del mio isp
per il router adsl (usato come gateway predefinito).
...allora bisogna che tu gli metti l'indirizzo IP dell'unico DNS che verrà
creato nella rete (ed integrato in Active Directory) che sarà poi
l'indirizzo IP di quel server..
...però se hai un DHCP funzionante lo puoi mettere come parametro del DHCP..
Post by Leone Randazzo [MVP]
Grazie ancora
Niente..
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Seram
2005-04-12 10:17:03 UTC
Permalink
....allora bisogna che tu gli metti l'indirizzo IP dell'unico DNS che verrà
creato nella rete (ed integrato in Active Directory) che sarà poi
l'indirizzo IP di quel server..
....però se hai un DHCP funzionante lo puoi mettere come parametro del DHCP..
Post by Seram
Grazie ancora
Niente..
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Sei stato magnifico,
Ora mi metto al lavoro gradualmente, nel senso che seguiro' le istruzioni
passo passo. Posso inviarti direttamente un msg? solo nel caso le cose si
mettessero male? Se sì dove?
Fammi sapere e... a buon rendere....

Seram
Moreno Bondi [MCP]
2005-04-12 10:30:54 UTC
Permalink
Post by Seram
Sei stato magnifico,
Ora mi metto al lavoro gradualmente, nel senso che seguiro' le istruzioni
passo passo. Posso inviarti direttamente un msg? solo nel caso le cose si
mettessero male? Se sì dove?
Fammi sapere e... a buon rendere....
Seram
Per i messaggi è sempre meglio il n.g.

Tieni presente due cose:

a) come tutte le altre informazioni che puoi reperire dal N.G., queste
informazioni che ti ho dato sono "As Is", nel senso che non c'è nessuna
garanzia che le cose vadano bene al primo colpo come non è detto che le cose
vadano male.
Attraverso il n.g. si danno soluzioni che, in linea di massima, dovrebbero
funzionare ma il fatto di non avere realmente davanti la situazione reale
può far sì che qualcosa sfugga, per questo non si dà nessuna garanzia;
Le azioni che compi sono decise da te solo..

b) prima di partire e fare il tutto non sarebbe male sentire anche qualche
altro commento in merito, sia dagli altri ragazzi sia da Leone che ha
introdotto questa procedura.

Ci tengo a precisare questo non certo per spaventarti o quant'altro ma
piuttosto per informarti che in una operazione di migrazione qualche
inghippo potrebbe esserci e siccome di solito si parla di ambienti di
produzione un po' delicati, poi non è possibile attibuire colpe a nessuno se
le cose si mettono male.
E' importante, prima di tutto, sapere cosa si sta facendo; nell'incertezza
meglio lasciare perdere.

Tutto qua.

Per il resto, se decidi di procedere il n.g. è sempre aperto.

Ciao
--
Moreno Bondi
Microsoft Certified Professional - Windows Server 2003
Continua a leggere su narkive:
Loading...